01-DIR PL – C. 2019 - BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 2 POSTI A TEMPO INDETERMINATO DI DIRIGENTE DI POLIZIA LOCALE

01-DIR PL – C. 2019 - BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA DI N. 2 POSTI A TEMPO INDETERMINATO DI DIRIGENTE DI POLIZIA LOCALE

ESTRATTO DEL BANDO

Si evidenziano alcuni requisiti necessari per potersi candidare alla selezione in oggetto,

 

REQUISITI DI AMMISSIONE

  • cittadinanza italiana ai sensi del D.P.C.M. 174/1994. Sono equiparati ai cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica;
  • età non inferiore agli anni 18 (diciotto) e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo d’ufficio;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • trovarsi in una delle seguenti posizioni, oltre al possesso del titolo di studio specificato (lett. d del bando):

1. essere dipendente assunto a tempo indeterminato di una Pubblica Amministrazione che abbia compiuto, in posizioni funzionali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea (categoria D del vigente ordinamento del personale del comparto Funzioni Locali ovvero in posizioni giuridiche equiparate alla suddetta posizione ai sensi della normativa vigente):

  • almeno 5 (cinque) anni di servizio o
  • almeno 3 (tre) anni di servizio, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione conseguito presso le scuole di specializzazione individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca o
  • almeno 4 (quattro) anni, se dipendente di Amministrazioni statali reclutato a seguito di corso-concorso.

2. essere in possesso della qualifica di Dirigente a tempo indeterminato in enti e strutture pubbliche non ricomprese nel campo di applicazione dell’art. 1 comma 2 del D.Lgs. 165/2001 e s.m.i. che hanno svolto per almeno 2 (due) anni le funzioni dirigenziali;

3. aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in Amministrazioni Pubbliche per un periodo non inferiore a 5 (cinque) anni;

4. essere cittadini italiani che hanno maturato, con servizio continuativo per almeno 4 (quattro) anni presso Enti od Organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l’accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.

  • insussistenza di cause di incompatibilità ed inconferibilità ai sensi del D.Lgs. 39/2013 e s.m.i;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per i reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici;
  • non essere stato escluso dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stato licenziato per mancato superamento del periodo di prova per il medesimo profilo messo a selezione da una Pubblica Amministrazione;
  • non essere stato licenziato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione a seguito di provvedimento disciplinare ai sensi dell’art. 55-quater del D.Lgs. 165/2001;
  • non essere stato destituito o licenziato dal Comune di Milano, salvo il caso in cui il licenziamento sia intervenuto a seguito di procedura di collocamento in disponibilità o di mobilità collettiva, secondo la normativa vigente;
  • non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento oppure non essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, comma 1, lett. d), del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. 3/1957 e ai sensi delle corrispondenti disposizioni di legge e dei C.C.N.L. relativi al personale dei vari comparti;
  • per il candidato di sesso maschile (nato entro il 31/12/1985) avere una posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva;
  • non essere stato ammesso a prestare servizio civile, sostitutivo del servizio militare, quale obiettore di coscienza così come previsto dall’art. 636 comma 1 del D.Lgs. 66/2010 e s.m.i. o di aver rinunciato allo status di obiettore di coscienza ai sensi dell’art. 636 commi 2 e 3 dello stesso D.Lgs. e s.m.i.;
  • idoneità psico-fisica allo svolgimento delle attività e delle mansioni previste dal ruolo, secondo quanto previsto dal Regolamento del Corpo di Polizia Locale del Comune di Milano, ossia:
  1. visus naturale non inferiore a 12 decimi complessivi quale somma del visus dei due occhi, con non meno di 5 decimi nell’occhio che vede di meno e, nel caso di correzioni, fermo restando quanto sopra, non inferiore a 10 decimi in ciascun occhio;
  2. senso cromatico e luminoso normale;
  3. funzione uditiva normale;
  4. assenza di condizioni che alterino profondamente la costituzione organica, quali la magrezza o l’obesità patologica, avendo come criterio di riferimento l’indice di massa corporea;
  5. assenza di malattie del sistema nervoso centrale o periferico e loro esiti di rilevanza funzionale;
  6. assenza di disturbi apprezzabili della comunicazione (come la disartria e le alterazioni della fonazione);
  7. assenza di disturbi mentali, di personalità o comportamentali;
  8. non avere dipendenza da alcool, stupefacenti e sostanze psicotrope. Costituisce causa di non idoneità anche l’assunzione occasionale di sostanze stupefacenti, l’abuso di alcool e psicofarmaci;
  9. assenza di dismetabolismi di grave entità (come il diabete e le dislipidemie) che possono limitare l’impiego nelle mansioni in circostanze particolari;
  10. assenza di endocrinopatie di rilevanza funzionale (ipertiroidismo, etc…) con potenziali alterazioni comportamentali e cardiovascolari;
  11. assenza di malattie sistemiche del connettivo (artrite reumatoide, etc…);
  12. assenza di patologie tumorali che causino limitazioni funzionali rilevanti;
  13. assenza di patologie infettive che siano accompagnate da gravi e persistenti compromissioni funzionali (come la tubercolosi con esiti invalidanti);
  14. assenza di alterazioni della funzionalità e della dinamica respiratoria di marcata entità;
  15. assenza di patologie cardiovascolari e loro esiti che causino limitazioni funzionali rilevanti;
  16. assenza di patologie o menomazioni dell’apparato muscolo scheletrico e loro esiti che causino limitazioni funzionali rilevanti;
  • possesso della patente di guida di categoria B;
  • possesso dei requisiti necessari per il conferimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza, ai sensi dell’art. 5 comma 2 lett. a), b), c) della Legge 65/1986:
  1. godimento dei diritti civili e politici;
  2. non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo;
  3. non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
  4. non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici;
  • disponibilità al porto e all’eventuale uso dell’arma;
  • non essere contrario all’uso personale delle armi per imprescindibili motivi di coscienza;
  • non trovarsi nella condizione di disabile ai sensi della Legge 68/1999.

 

 

REQUISITI DI PARTECIPAZIONE

  • essere in possesso di credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale);
  • essere in possesso di indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale;
  • essere in possesso e/o avere la disponibilità della strumentazione prevista per la partecipazione al concorso digitale da remoto, come descritta nel paragrafo 9 “Strumentazione tecnica richiesta”;
  • essere in possesso di indirizzo di posta elettronica ordinaria (PEO) per il collegamento digitale alle prove.

 

 

TITOLO DI STUDIO

  • Diploma di Laurea (DL) conseguito con il vecchio ordinamento in: Giurisprudenza o Economia e Commercio;
  • Laurea Specialistica (LS) ex D.M. 509/1999 o Laurea Magistrale (LM) ex D.M. 270/2004 – equiparata ai sensi del Decreto Interministeriale del 9 luglio 2009 ad uno dei Diplomi di Laurea del vecchio ordinamento sopraindicati;
  • Diploma di Laurea (DL) equipollente a uno dei Diplomi di Laurea del vecchio ordinamento sopraindicati ai sensi della normativa vigente.

I titoli di studio conseguiti all’estero devono aver ottenuto, entro la data di approvazione della graduatoria, l’equiparazione ai titoli di studio italiani, da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica (art. 38, comma 3 del D.lgs. 165/2001).

 

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE

La domanda di partecipazione alla selezione deve essere presentata unicamente per via telematica attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID) a far tempo dal giorno 11 giugno 2021 e non oltre le ore 12:00 del giorno 13 luglio 2021 compilando l’apposito modulo elettronico attraverso la piattaforma digitale alla quale si accede dal seguente percorso: www.comune.milano.it – Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso – Selezioni aperte - Concorsi.

AVVERTENZA: non è possibile utilizzare le credenziali di accesso ai Servizi Online del sito del Comune di Milano.

La procedura di invio delle domande sarà chiusa alle ore 12.00 del giorno 13 luglio 2021 e non consentirà di inoltrare le domande non perfezionate o in corso di invio.

La domanda una volta inoltrata potrà essere integrata o modificata entro la data di scadenza dei termini per la presentazione della candidatura. L’integrazione e/o la modifica annulla automaticamente la domanda precedentemente inviata che non risulterà quindi acquisita dal sistema. In questo caso il candidato al fine di perfezionare la propria iscrizione alla selezione dovrà necessariamente inoltrare la nuova domanda.

I candidati e le candidate possono richiedere assistenza per l’inserimento on line della domanda di concorso attraverso il modulo d’inserimento on-line della domanda cliccando in alto a destra “Hai bisogno di aiuto?”.

Tale servizio di assistenza verrà assicurato fino alle ore 12:00 del giorno 12 luglio 2021.

 

 

PROVE IN MODALITÀ DIGITALE

La prova preselettiva e le prove scritte si svolgeranno in forma digitale da remoto, con modalità operative specifiche che saranno successivamente comunicate, garantendo l’adozione di soluzioni tecniche che assicurino la pubblicità delle stesse, l’identificazione dei candidati, la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità. 

La prova di gruppo/orale/colloquio di assessment potrà svolgersi in presenza laddove possibile alla luce della normativa in vigore e previa adozione delle cautele prescritte dalla stessa normativa.

La strumentazione tecnica richiesta per lo svolgimento delle prove in forma digitale è descritta nel paragrafo ‘Strumentazione tecnica richiesta’ nel bando di selezione.

Il Comune di Milano non assume alcuna responsabilità in caso di problemi tecnici di qualsiasi natura non imputabili al medesimo che non consentano il corretto avvio o il corretto svolgimento delle prove. 

 

DIARIO DELLE PROVE

Il calendario di svolgimento dell’eventuale prova preselettiva sarà pubblicato – con valore di notifica a tutti gli effetti - sul sito internet del Comune di Milano, alla pagina della selezione, con un preavviso di almeno 15 giorni rispetto alla data della prova stessa.

Il calendario di svolgimento delle prove scritte sarà pubblicato – con valore di notifica a tutti gli effetti - sul sito internet del Comune di Milano, alla pagina della selezione, con un preavviso di almeno 15 giorni rispetto alla data delle prove stesse.

Il calendario di svolgimento della prova di gruppo e della prova orale e colloquio di assessment sarà pubblicato – con valore di notifica a tutti gli effetti - sul sito internet del Comune di Milano, alla pagina della selezione, con un preavviso di almeno 20 giorni rispetto alla data delle prove stesse.

Tali pubblicazioni hanno valore di notifica a tutti gli effetti. E’ onere del candidato verificare costantemente le comunicazioni sul sito istituzionale del Comune.

La mancata connessione alla piattaforma nel giorno ed ora stabiliti sarà considerata quale rinuncia alla partecipazione alla selezione, ancorché dipendente da cause fortuite o da forza maggiore.

 

INFORMAZIONI

Ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 6 della Legge n. 241/1990, si informa che il Responsabile del procedimento relativo alla procedura in oggetto è la Dott.ssa Sandra Marie Campisi.

Tutte le comunicazioni dovranno pervenire alla casella di posta elettronica istituzionale:

RU.Selezioni@pec.comune.milano.it.

PER TUTTE LE INFORMAZIONI NON INDICATE NELLA PRESENTE SEZIONE, SI RINVIA ALLA LETTURA COMPLETA DEL BANDO ALLEGATO.

 

Comune di Milano, Piazza della Scala, 2 - 20121 Milano Italia
Codice fiscale/Partita IVA 01199250158

  • powered by elixForms
  • versione 1.9.16.2